Una poesia di Herman Hesse che riflette sulla breve durata di molte cose che amiamo, concrete o astratte che siano.

L'allodola
del mio villaggio: non la vedo,
ma so che canta



Kobayashi Issa

Non sono questi boschi assai più liberi da pericoli che una corte invidiosa? […] E questa nostra vita, via dalla folla, trova lingue negli alberi, libri nei ruscelli, prediche nelle pietre, e ovunque il bene.

da Come vi piace, William Shakespeare

Un tempo sapevamo il mondo a menadito - era così piccolo da stare fra due mani così facile che per descriverlo bastava un sorriso, semplice come l’eco di antiche verità nella preghiera.

Wisława Szymborska

Sera primaverile.
Seguo un profumo
che sta per spegnersi.

 

Yosa Buson

Ogni parola, come qualcuno una volte scrisse, contiene l'universo.
Il visibile si porta l'invisibile sulle spalle.

 

da Breve storia dell'ombra, Charles Wright

Qualcosa m'han detto

la sera e la montagna.

Ma l'ho perduto.

 

Jorge Luis Borges

La felicità della tua vita dipende dalla qualità dei tuoi pensieri.

   

Marco Aurelio

L’anatra mandarina che migra è così malinconica da essere bella.

Murakami Kijō

Nel parco deserto [...]
mi ascoltavano gli uccelli e le lucertole,
un sole bianco emerse dalle nebbie,
mi trapassò l'arpione acuminato dell'incanto.

 

da Crudele, Adam Zagajewski

Paradisi ed inferni
sono vecchia mobilia
fatiscente.

 

Hakuin Ekaku

È scesa la neve, sposa della stella,
guardiamola cadere:
dolce! Giunge senza rumore, come gli esseri soavi
che temono di far male.[…]
Ha così dolci dita, così lievi e sottili,
che sfiorano senza toccare.


da È scesa la neve, Gabriela Mistral