La seconda parte di una delle più note poesie di T.S. Eliot, tra il disagio e la difficoltà di agire e di vivere nel mondo.

Era già il tempo d’amare; un giocondo
l’alba mi dava ed il vespro stupore.
Così cammina per le vie del mondo
chi veramente del mondo è signore.



da Autobiografia, VII, Umberto Saba

Giorgio Caproni, Allegria

 

Faceva freddo. Il vento
mi tagliava le dita.
Ero senza fiato. Non ero
stato mai più contento.

Gli incendi si estinguono. Solo il fuoco ammansito dura eterno.

da Prologo, Zbigniew Herbert

Il mondo di rugiada
è un mondo di rugiada
eppure... eppure...


Kobayashi Issa

Chi non ha trovato rifugio
in ciò che è vasto, cerca il piccolo. Dio è il seme
di papavero più piccolo al mondo.
Scoppia di grandezza.



da Kierkegaard su Hegel, Adam Zagajewski

È come se tu dovessi lasciarmi oggi
subito e per sempre
senza farmi sapere da dove vieni, dove vai.
Piove sui grandi giardini spogli, la tua anima ha freddo,
novembre seppellisce il paesaggio e la mia vita.

 

da La Straniera, O.V. de L. Milosz

Gioia di tornare alla vita! Autunno di crisantemi.

 

Natsume Sōseki

Di già la ferrea porta del nord
si apre con fragore: uccelli, foglie, nevi
ordinano alla loro popolazione di avanzare
e soffia un vento crudele.

da Fine dell'estate, Stanley Kunitz

Bisogna essere leggeri come l'uccello, e non come la piuma.

 

Paul Valéry

Qual grazia, qual amore, o qual destino
mi darà penne in guisa di colomba,
ch'io mi riposi e levimi da terra?


da RVF LXXXI
Francesco Petrarca

 

Se fra voi verrà a stabilirsi uno straniero

Accoglietelo affabilmente, perché non conoscete i boschi

Per i quali correva bambino e non sapete pronunciare

I nomi a lui cari – eppure ciò che è suo

È davvero anche vostro, benché nessuno lo sappia.

 

da Cronaca della città di Pornic,

Czesław Miłosz

Vento d’autunno: 
sono diretto
a quale inferno?


Kobayashi Issa

Siamo una greggia al sole, siamo un campo
D’erba che piega al tempo, siamo offerti
Alle offese del cielo, siamo aperti
Alla piova di nubi e di stagioni:
Tutto che passa può ferirci.



 

Tommaso Landolfi

Wisława Szymborska, Tutto

Tutto - una parola sfrontata e gonfia di boria. Andrebbe scritta tra virgolette. Finge di non tralasciare nulla, di concentrare, includere, contenere e avere. Invece è soltanto un brandello di bufera.

Che la dolcezza del giorno ti gonfi i polmoni.

da Fanciullo d'Europa, Czesław Miłosz