L’importanza dei buoni propositi

propositi-anno-nuovo-peanuts

A voi cosa fa venire in mente l’inizio dell’anno nuovo? Oltre alla Befana e ai saldi, l’inizio di gennaio si porta dietro la corsa ai buoni propositi: fare più sport o vivere in maniera più sana per alcuni, vedere tante mostre, viaggiare molto e migliorare il blog nel mio caso.

Sapete che vi dico? È solo il 7 di gennaio e io ho già fallito con uno dei punti della mia lista! Avevo infatti pianificato di occuparmi della Sottile Linea d’Ombra  in questo periodo di relax, con lo scopo di preparare in anticipo un po’ di articoli, di fare una specie di calendario editoriale (cosa che in giro dicono sia molto importante) e di pensare a nuovi argomenti. Volevo portarmi avanti, insomma.

Invece non ho fatto nulla di tutto ciò, proprio niente di niente! Non ho scritto e non ho pianificato, un po’ come i miei familiari che sono insegnanti e aspettano sempre l’ultimo giorno di vacanze per correggere i compiti. Il fatto è che ormai ho superato la linea d’ombra della giovinezza e sono ben consapevole del fatto che il tempo non è infinito, così ho scelto di stare con le persone che per me sono importanti. (Su questo tema ci sarebbe di più da dire, quindi segnalo un altro vecchio articolo: In quale momento vi siete accorti di essere cresciuti?)

Sono stata con la mia famiglia, tra cene a base di tartufo e altre amenità culinarie, con gli amici e con il mio innamorato, con cui inevitabilmente siamo finiti a pianificare le prossime vacanze.


Riflettendoci, credo proprio che una cosa divertente dei buoni propositi sia il loro non mantenimento, quando si riesce a fare qualcosa di meglio. Questo perché non è la fine del mondo se non ho pronti 10 articoli da pubblicare, vorrà dire che andrò avanti come sempre, cercando l’ispirazione giorno per giorno. Dopotutto non è così che dovrebbe funzionare un blog?

E a voi che avete il buon cuore e la curiosità di leggere quello che scrivo prometto che continuerete a trovare le mie solite storie frammentate e inventate nei momenti più assurdi, perché per adesso questo è il massimo che io riesco a dare senza perdere qualcosa della mia vita. Questo è quello che posso e che allo stesso tempo ho sempre voglia di dare, perché la Sottile Linea d’Ombra è una delle mie cose preferite e sapere che a qualcuno piace per me è sempre un onore ed uno stimolo.

Quindi, miei cari, si riparte dal prossimo articolo con tutto quello che il 2016 si porterà dietro, e che i buoni propositi se ne vadano a quel paese.

Per finire, anche se sono già in ritardo, porgo a tutti i miei migliori auguri per un nuovo anno ricco di serenità e di gioia, ma soprattutto di occasioni da cogliere e di curiosità da saziare. 🙂

Annunci