Un poeta che parla di città fantastiche, dell’amore sofferto per la sua terra, del dolore e della vita.

Nel parco deserto [...]
mi ascoltavano gli uccelli e le lucertole,
un sole bianco emerse dalle nebbie,
mi trapassò l'arpione acuminato dell'incanto.

 

da Crudele, Adam Zagajewski