Bisogna essere leggeri come l'uccello, e non come la piuma.

 

Paul Valéry

Qual grazia, qual amore, o qual destino
mi darà penne in guisa di colomba,
ch'io mi riposi e levimi da terra?


da RVF LXXXI
Francesco Petrarca

 

Se fra voi verrà a stabilirsi uno straniero

Accoglietelo affabilmente, perché non conoscete i boschi

Per i quali correva bambino e non sapete pronunciare

I nomi a lui cari – eppure ciò che è suo

È davvero anche vostro, benché nessuno lo sappia.

 

da Cronaca della città di Pornic,

Czesław Miłosz

Vento d’autunno: 
sono diretto
a quale inferno?


Kobayashi Issa

Siamo una greggia al sole, siamo un campo
D’erba che piega al tempo, siamo offerti
Alle offese del cielo, siamo aperti
Alla piova di nubi e di stagioni:
Tutto che passa può ferirci.



 

Tommaso Landolfi

Wisława Szymborska, Tutto

Tutto - una parola sfrontata e gonfia di boria. Andrebbe scritta tra virgolette. Finge di non tralasciare nulla, di concentrare, includere, contenere e avere. Invece è soltanto un brandello di bufera.

Che la dolcezza del giorno ti gonfi i polmoni.

da Fanciullo d'Europa, Czesław Miłosz

L'allodola
del mio villaggio: non la vedo,
ma so che canta



Kobayashi Issa

Non sono questi boschi assai più liberi da pericoli che una corte invidiosa? […] E questa nostra vita, via dalla folla, trova lingue negli alberi, libri nei ruscelli, prediche nelle pietre, e ovunque il bene.

da Come vi piace, William Shakespeare

Un tempo sapevamo il mondo a menadito - era così piccolo da stare fra due mani così facile che per descriverlo bastava un sorriso, semplice come l’eco di antiche verità nella preghiera.

Wisława Szymborska

Ogni parola, come qualcuno una volte scrisse, contiene l'universo.
Il visibile si porta l'invisibile sulle spalle.

 

da Breve storia dell'ombra, Charles Wright

Qualcosa m'han detto

la sera e la montagna.

Ma l'ho perduto.

 

Jorge Luis Borges

La felicità della tua vita dipende dalla qualità dei tuoi pensieri.

   

Marco Aurelio

L’anatra mandarina che migra è così malinconica da essere bella.

Murakami Kijō

Nel parco deserto [...]
mi ascoltavano gli uccelli e le lucertole,
un sole bianco emerse dalle nebbie,
mi trapassò l'arpione acuminato dell'incanto.

 

da Crudele, Adam Zagajewski

Paradisi ed inferni
sono vecchia mobilia
fatiscente.

 

Hakuin Ekaku

È scesa la neve, sposa della stella,
guardiamola cadere:
dolce! Giunge senza rumore, come gli esseri soavi
che temono di far male.[…]
Ha così dolci dita, così lievi e sottili,
che sfiorano senza toccare.


da È scesa la neve, Gabriela Mistral

Il destino accompagna chi lo asseconda e trascina chi gli si oppone.

   

Seneca

L’anno scorso, quest’anno, una persona mette radici come una camelia.

Takayama Kyoshi

Pregavo Dio di fare di me ciò che volesse

E gli dicevo la mia gratitudine Perfino per l’insonnia quando mugghia la marea E il conto della vita.  

da Cronaca della città di Pornic, Czesław Miłosz

Felicità raggiunta, si cammina
per te su fil di lama.

 

Eugenio Montale

Cos’è l’anima?
Per esempio,
una lucciola d’autunno.

Iida Dakotsu

Quando la propria scelta è fatta, ci si contenta del caso che regola la propria esistenza e si può amarlo. Esso limita l’uomo, come l’amore.

 

da Volo di notte, Antoine de Saint Exupéry

I poeti antichi ci parlavano del profumo della terra e delle cavallette. Oggi scansiamo i campi.

da Tre conversazioni sulla civiltà, Czesław Miłosz

Il meglio che possiamo augurarci è di scoprire dietro il muro che abbiamo appena abbattuto altre muraglie più lontane di cui ignoriamo la consistenza e che richiederanno alla nostra intelligenza di inventare nuovi congegni che dobbiamo costruire dal nulla.

 

René Magritte