È come se tu dovessi lasciarmi oggi
subito e per sempre
senza farmi sapere da dove vieni, dove vai.
Piove sui grandi giardini spogli, la tua anima ha freddo,
novembre seppellisce il paesaggio e la mia vita.

 

da La Straniera, O.V. de L. Milosz

Oggi parliamo di un poeta che, tra tutte le erbe del mondo, ha scelto di definire come sua sorella l’ortica: non vi incuriosisce questo outsider?